Il piano di Onboarding

Con il termine Onboarding si intendono tutte le procedure e le attività volte all’inserimento dei nuovi dipendenti.
L’azienda ha il compito di trasmettere ai neoassunti la Corporate culture e tutte le informazioni necessarie per assicurare il buon inserimento nella società.
L’onboarding negli ultimi tempi sta portando a grossi risultati in termini di retention (trattenere in azienda i dipendenti di talento) infatti con un piano ben strutturato il 58% dei dipendenti ha maggiori probabilità di rimanere in azienda dopo i primi 3 anni di lavoro.

“New employees who went through a structured on-boarding program were 58% more likely to be with the organization after three years.” – The Wynhurst Group 

(Qui puoi consultare la ricerca fatta da Wynhurst Group sull’onboarding) 

Il piano di onboarding aziendale

Ogni azienda deve sviluppare il proprio piano di onboarding e decidere dove investire il tempo e le risorse.
In ogni strategia deve sempre essere chiaro ‘cosa’ e ‘come’ trasmettere le competenze necessarie e valutare percorsi personalizzati a seconda delle caratteristiche del neoassunto.

La lunghezza del piano di onboarding varia a seconda degli obiettivi prefissati ma solitamente si svolge nell’arco dei primi 3 mesi, scopri le best practices del piano di onboarding.
Durante tutto il periodo di inserimento è fondamentale mantenere aperta la comunicazione tra datore di lavoro e neoassunto e richiedere spesso feedback per valutare il grado di soddisfazione e l’avanzamento del programma.

Si può digitalizzare l’onboarding?

Utilizzando software o applicazioni si possono digitalizzare parti del processo di onboarding come:

  • fornire materiale e informazioni aggiornate e consultabili in qualsiasi momento e da qualunque dispositivo
  • risparmiare tempo nelle attività amministrative e facilitare l’inserimento di dipendenti da remoto o in paesi diversi
  • facilitare il monitoraggio delle performance 
  • accelerare il processo di integrazione
  • inviare comunicazioni personalizzate con video e tutorial
  • richiedere feedback

Con app come SmartCo™, per esempio, la modalità di comunicazione è personalizzata e più interattiva grazie alla possibilità di inserire video e tutorial che rimangono sempre consultabili nel profilo del dipendente. 

Inoltre, per la richiesta e ricezione di feedback, utili a monitorare i progressi del piano di onboarding, SmartCo™ ha l’apposito modulo Survey.
Grazie a questo modulo si possono creare sondaggi e questionari specifici e analizzare il grado di soddisfazione dei dipendenti.
Dai risultati ottenuti si può capire se la strategia utilizzata è valida o se bisogna fare dei cambiamenti. 

Scopri di più sulle Survey e sulle altre funzionalità dell’app di SmartCo™

 

E’ importante però tenere a mente che digitalizzare l’onboarding non significa rimpiazzare l’interazione umana e che questi programmi e strumenti devono essere considerati come supporto.