Perchè l’intelligenza emotiva è importante sul lavoro?

 

 

L’intelligenza emotiva è una capacità sempre più ricercata nei dipendenti e soprattutto nei leader perché:

  • porta ad avere una migliore comprensione dei rapporti di lavoro e ad una corretta espressione e gestione di questi;
  • aiuta a migliorare la comunicazione aziendale e rende più efficace la comunicazione tra dipendenti e clienti;
  • porta ad avere auto-consapevolezza, che rende più facile capire i propri bisogni e quelli degli altri;
  • aiuta a risolvere problemi complessi, anche sotto pressione e a valutare soluzioni alternative.

Quali sono le qualità imprescindibili dell’intelligenza emotiva in ambiente lavorativo?

Secondo Goleman, uno dei più famosi divulgatori dell’intelligenza emotiva, sono 6 le qualità emotive fondamentali sul lavoro:

  1. L’ascolto attivo e la comunicazione orale;
  2. Sapersi adattare e saper reagire di fronte agli insuccessi;
  3. Gestire autonomamente i propri stati d’animo;
  4. Organizzare le proprie attività;
  5. Desiderare di migliorarsi e/o di fare carriera;
  6. Cooperare e saper negoziare.

 

Quando una persona diventa ‘leader emotivo’?

Saper gestire le proprie emozioni e riconoscere quelle altrui è diventata un’abilità chiave per i leader nelle aziende, così da creare le adeguate condizioni psicologiche e fisiche per far sentire colleghi e collaboratori motivati, apprezzati e pieni di fiducia.

Un leader “emotivo” è colui che sa sfruttare le proprie doti emotive, associandole alla propria preparazione tecnica, e ha la capacità di gestire e regolare le emozioni altrui migliorando l’ambiente lavorativo anche dal punto di vista umano.

Un altro modo per valorizzare l’ambiente lavorativo, è saper comunicare con i propri dipendenti e collaboratori in maniera chiara ed efficace.

L’app di SmartCo™ è lo strumento indispensabile per migliorare la comunicazione aziendale in quanto permette di inviare comunicazioni personalizzate, aumentare l’engagement degli utenti e conoscere i feedback di collaboratori e dipendenti tramite la creazione di survey in app.

 

Quali sono i vantaggi di un’intelligenza emotiva efficace?

 

Scoprire e accrescere la propria intelligenza emotiva ha molti pregi utilizzabili anche a livello lavorativo tra cui:

  • saper gestire meglio la pressione e lo stress delle varie situazioni e dei cambiamenti in ufficio durante i vari processi aziendali, adattandosi e lavorando bene anche quando le situazioni diventano più complesse;
  • capire gli altri, collaborare al meglio e costruire relazioni solide, soprattutto nelle aziende globalizzate e con personale provenienti da paesi e culture differenti;
  • sapere ascoltare e capire, mettendo da parte le proprie emozioni per dare spazio a quelle degli altri, per costruire ottime relazioni tra colleghi e lavorare bene anche in team;
  • accettare feedback e critiche in maniera positiva ed utilizzarle per migliorare le proprie performance.

Dove è possibile sfruttare l’intelligenza emotiva sul lavoro?

In campo aziendale sono 4 gli ambiti in cui, chi è dotato di intelligenza emotiva, si valorizza al meglio:

1) Autoconsapevolezza: sapere cosa si sente e perché si sente.
Dal punto di vista del lavoratore questo è segno di maggiori possibilità di successo mentre dal punto di vista dell’azienda, nelle imprese con più collaboratori autoconsapevoli, le performance sono migliori.

2) Autogestione: sapere gestire le emozioni stressanti e individuare quelle positive.
Per il lavoratore che gestisce più efficacemente le proprie emozioni lo stress correlato al lavoro è minore. I capi e i leader che gestiscono correttamente le emozioni ottengono risultati migliori.

3) Consapevolezza sociale: riconoscere ed empatizzare con le emozioni degli altri.
Da alcuni studi risulta che l’80% degli impiegati vuole un aumento di empatia sul luogo di lavoro. Quindi un leader empatico porta a maggior profitti e più produttività.

4) Gestione delle relazioni: lavorare efficacemente con i colleghi, risolvere i conflitti, motivare e cercare sempre di migliorare. Alcuni studi dimostrano che sia dal punto di vista dei dipendenti che dei datori di lavoro, è importante instaurare buoni rapporti e creare amicizie per essere più felici e quindi più produttivi.

 

In conclusione, la presenza di un buon grado di intelligenza emotiva, intesa come capacità di percepire, riconoscere e gestire correttamente le proprie emozioni e quelle degli altri, porta effetti positivi e benefici in molti aspetti della vita quotidiana e lavorativa.