Perché è importante e come sfruttarla

L’intelligenza emotiva è la capacità di controllare i sentimenti e le emozioni proprie ed altrui, distinguere tra di esse e utilizzare queste informazioni per guidare i propri pensieri e le proprie azioni” (da “Emotional Intelligence” di Peter Salovey e John D. Mayer).

L’intelligenza emotiva è dunque una capacità propria dell’essere umano ed è un’abilità che con il giusto studio e la giusta preparazione può essere affinata nel tempo.
Questo è un concetto in continua evoluzione e viene studiato sin dagli anni ‘90.

I principali componenti dell’intelligenza emotiva

Secondo Goleman, uno dei più famosi divulgatori dell’intelligenza emotiva, i componenti fondamentali sono 5:

  1. la Consapevolezza di sé, ovvero la conoscenza dei propri stati interiori;
  2. la Padronanza di sé, ovvero la capacità di dominare i propri stati interiori e regolarne l’espressione;
  3. la Motivazione, intesa come capacità di scoprire il vero e profondo motivo che spinge all’azione;
  4. l’Empatia, cioè la capacità di riconoscere le emozioni che provano gli altri;
  5. l’Abilità Sociale, ovvero la capacità di stare insieme agli altri e il cercare di capire i movimenti che accadono tra le persone.

Attraverso questi componenti, l’individuo, diventa in grado di intraprendere relazioni positive con gli altri e di favorire i comportamenti socializzanti.
Sviluppando le proprie competenze emotive si favoriscono quindi gli scambi comunicativi, le capacità di problem-solving e si stimola il pensiero costruttivo.

Le persone che pensano in modo costruttivo:

  • accettano se stesse e gli altri
  • pensano che la propria vita abbia uno scopo e un significato
  • sono ottimiste e non fanno generalizzazioni
  • gestiscono le emozioni negative senza soffrire lo stress e si impegnano a risolvere i problemi in modo efficace

Intelligenza emotiva sul lavoro

In un’ottica di miglioramento della comunicazione tra dipendenti, l’intelligenza emotiva nei luoghi di lavoro è sempre più ricercata e per questo motivo sta conquistando sempre più considerazione, tanto da arrivare ad essere inserita tra le prime dieci competenze richieste entro il 2020 dal World Economic Forum. 

Anche creare un ambiente di lavoro in grado di stimolare l’intelligenza emotiva è diventato fondamentale per le aziende, e l’utilizzo di tools e applicazioni che favoriscano una corretta comunicazione è sempre più indispensabile.
Analizzare e comprendere i comportamenti di ogni membro del team durante le varie attività di collaborazione, nei lavori di gruppo e gli effetti della comunicazione tra dipendenti è oggi sempre più importante.
Permettere ai lavoratori di esprimere lo spettro completo delle proprie emozioni crea buone relazioni tra colleghi e un ambiente più creativo e positivo.

L’intelligenza emotiva sul lavoro è oggi fondamentale, per raggiungere gli obiettivi prefissati, che ogni membro del team di lavoro si senta apprezzato e connesso con l’intero gruppo.
Per questo si viene incoraggiati sempre più spesso a esprimere e condividere le proprie emozioni, potendo dare il meglio di sé al lavoro con conseguente beneficio alle persone, al team e per l’intera organizzazione.

Un’app per l’intelligenza emotiva

SmartCo™ permette di valutare e interpretare questi comportamenti ed è un’app in grado di misurare l’engagement del team, monitorare i feedback degli utenti, migliorare la comunicazione tra dipendenti, creare survey specifiche per valutare l’indice di gradimento di azioni, eventi e proposte aziendali. 

Scopri le funzionalità di SmartCo™ per la tua azienda nella sezione Per la tua azienda

In conclusione, sfruttando la propria intelligenza emotiva si migliorano i rapporti familiari, sociali e lavorativi, si viene percepiti in maniera più positiva e si accresce la propria autostima, arrivando così ad avere un benessere psicologico sempre migliore.